Lavoro, «Riforma Governo non convincente»
Interventi - Politici

«La riforma del lavoro varata dal Governo non è convincente. Voglio bene a Monti ma il testo su cui hanno raggiunto l’accordo non è soddisfacente». Lo ha detto Francesco Rutelli, Presidente di Alleanza per l’Italia a “Un caffè con..” su SkyTG24. «Non credo che si attireranno gli investimenti dall’estero dando la possibilità di licenziare, forse, 1.000 persone in più. Le imprese estere non vengono in Italia a causa dei problemi della macchina burocratica, per la lentezza della giustizia civile, per la corruzione, per l'impossibilità di realizzare opere pubbliche”, continua Rutelli. «Vanno bene le misure per ridurre la precarietà ma in questo momento non ci sono le risorse per finanziarle, né da parte dello Stato, né delle imprese. Con questa crisi economica, giustamente, non si è voluto aumentare lo scontro sociale e si è arrivati a un accordo sull'art. 18 che, in pratica, cambia assai poco le cose», conclude Rutelli.