«Terzo Polo progetto innovatore, falliti 2 poli»
Interventi - Politici

«Noi abbiamo costruito in pochi mesi una forza politica seria, propositiva e presente nei territori, con centinaia di amministratori e consensi significativi. Ma, soprattutto, abbiamo concorso alla nascita del Terzo Polo: l'unico progetto innovatore rispetto a due poli che non ce l'hanno fatta, non ce la fanno ed ancora meno potrebbero farcela nei prossimi anni di fronte a una dirompente crisi economica e sociale»: lo ha dichiarato il leader di Alleanza per l'Italia, Francesco Rutelli, intervenendo ai lavori del Consiglio nazionale di ApI.

«Le opzioni per il Terzo Polo sono aperte, ci sarà una scomposizione, soprattutto nell'attuale maggioranza, che aprirà nuovi spazi», ha sottolineato Rutelli. «C’è la necessità di una larga convergenza nell'interesse nazionale, ma temo che sarà esclusa dai faziosi fallimentari dei due poli. Non possiamo escludere - ha concluso il leader di ApI - di «andare a vedere» la serietà delle proposte di alleanza tra moderati e riformisti». 

Per Rutelli non si sta assistendo a «un cambio di stagione, ma un cambio di epoca. Il ciclo del consenso a Berlusconi si è esaurito, ora l'Italia - ha sottolineato Rutelli - entra in una fase molto delicata, densa di rischi, a causa della gravissima crisi economica: che il populismo di destra, messo all'angolo dalle promesse irrealizzate, si inoltri sul terreno di un’ulteriore irresponsabilità demagogica. Che si espanda un populismo di sinistra mai in grado di governare. Che in questa crisi emerga una supplenza indebita dell'ordine giudiziario».

Nel corso del Consiglio nazionale di Alleanza per l'Italia è stata annunciata una campagna di ApI per tagliare i costi della politica, facendo seguito alle battaglie parlamentari per la riduzione del finanziamento pubblico e per l'accorpamento delle province. Oltre alla convention del Terzo Polo, convocata a Roma per il prossimo 22 luglio, è stata indetta anche la seconda festa nazionale di ApI nell'antico borgo di Labro, alla ripresa dell'attività politica dopo la pausa estiva, nei giorni 1-4 settembre.