Intercettazioni: Rutelli, legge disgraziatissima
Interventi - Istituzionali

“Chi vuole utilizzare le intercettazioni per combattere il crimine sarà indebolito, mentre il crimine sarà aiutato”: è il commento del leader di Alleanza per l’Italia, Francesco Rutelli sulla approvazione al Senato del ddl sulle intercettazioni.
“E’ una legge disgraziatissima”, osserva Rutelli. “Non risolverà nessun problema. Semmai, li aggraverà con un contenzioso giuridico infinito e una esasperazione delle parti in causa che si sentono colpite, dalla stampa alla magistratura”.
“La privacy dei cittadini – prosegue il leader di ApI - non avrà alcuna tutela: semmai verranno divulgati e pubblicati altri aspetti dei procedimenti giudiziari, senza che le garanzie di uno Stato di diritto vengano accresciute”.
“In conclusione: un fallimento per il Parlamento, che non ha potuto neanche discuterla in aula e ha dovuto subire due voti di fiducia sia alla Camera, sia al Senato”, conclude Rutelli.