Milano, 12 maggio: "Finanziare la cultura. Le risorse pubbliche necessarie, le risorse private possibili"
Appuntamento il 12 maggio a Milano, dalle ore 10.00, al Teatro Franco Parenti per "Finanziare la cultura. Le risorse pubbliche necessarie, le risorse private possibili". Ne discuteremo insieme a Dario Franceschini, al viceministro all'Economia Luigi Casero e ad un ricco panel di sovrintendenti, esperti ed imprenditori.
 
Allegati:
FileDescrizioneDimensione del File
Scarica questo file (FINANZIARE LA CULTURA_12 MAGGIO.pdf)FINANZIARE LA CULTURA_12 MAGGIO.pdf 2419 Kb
 
Presentazione della pubblicazione "Camminare. Verso Roma, e a Roma"
Oggi, 10 maggio, alle ore 11.00, sarò a Verona per presentare la mia pubblicazione "Camminare. Verso Roma, e a Roma", un progetto legato alla via Francigena, in collaborazione con il Pontificio Consiglio della Cultura, dedicato alle strade storiche e della fede. Ne parleremo con S.E. Mons. Giuseppe Zenti Vescovo di Verona, il sindaco Flavio Tosi, Maddalena Buoninconti, Pres. Com. Dante Alighieri. Modera Mons. Giancarlo Grandis.
 
Allegati:
FileDescrizioneDimensione del File
Scarica questo file (Locandina Dante2-2.pdf)Locandina Dante Alighieri 743 Kb
 
Europee: a Roma Consiglio del Partito Democratico Europeo
Interventi - Politici
Il Partito Democratico Europeo ha indetto la riunione del Consiglio a Roma per il 30 aprile, alle ore 9.00, presso il Grand Hôtel de la Minerva.
All’ordine del giorno: bilancio e prospettive dell’Unione Europea alla vigilia delle elezioni di maggio, preparazione delle alleanze, nuove adesioni al PDE.
Presiedono Francesco Rutelli e Francois Bayrou, neo-eletto sindaco della sua città Pan, il capoluogo dei Pirenei e nuovamente ai vertici della popolarità tra i leader politici francesi.
Saranno presenti la Segretaria Generale Marielle de Sarnez, il tesoriere Jean Marie Beaupuy, e i rappresentanti dell'Istituto dei Democratici Europei (IED), dei Giovani Democratici Europei (YDE) e dell’Alleanza dei Democratici. Per l’Italia la delegazione di ApI guidata dall’on. Franco Bruno e da Claudio Rosi.
 
Alitalia: Rutelli, Finalmente la verità sul disastro Malpensa/Fiumicino
Interventi - Istituzionali
LA MIA LINEA, GIUSTA, FU COMBATTUTA DA UNA LOBBY-KAMIKAZE
 
"Finalmente si ammette l'errore enorme Malpensa/Fiumicino. Chi mi accusava di "campanilismo" era in mala fede: quelle scelte hanno affossato Alitalia e aeroporti". Lo dichiara in una nota Francesco Rutelli.
"Dopo qualche decina di miliardi e vent'anni buttati, tutti i commentatori - nell'ambito della trattativa Alitalia-Etihad - ammettono il fallimento strategico di Malpensa come 'hub' nazionale. Io ho sempre difeso - spiega Rutelli - non solo come Sindaco di Roma, una linea infrastrutturale e industriale giusta: 1. Fiumicino e' baricentrico, legato alla Capitale e ai grandi flussi turistici, potendo facilmente espandersi a 50 milioni di passeggeri/anno.
2. Si poteva puntare su Malpensa (con un maggiore traffico business) solo fermando la concorrenza locale. Ma, naturalmente, Milano ha voluto mantenere e accrescere i collegamenti di Linate, e la Lombardia ha sviluppato anche Bergamo-Orio, causa scomodità e scarsa accessibilità di Malpensa. Risultato: Malpensa e'  rimasta una costosa cattedrale nel deserto, mentre crescevano Verona e Venezia; resistevano Torino, Bologna, Genova; nasceva Brescia-cargo (!). I lombardi dell'est volavano da Bergamo, e Linate restava city airport E ANCHE aeroporto internazionale.
3. L'hub italiano non doveva essere geograficamente troppo sbilanciato (nelle Prealpi varesine) salvo assestare un colpo mortale all'accessibilità dell'Italia centromeridionale
4. Era evidente la crescita futura dell'impatto dell'industria turistica. E anche la concorrenzialità del partner Air France sui segmenti 'alti' del traffico dai paesi emergenti (indirizzati invece su Parigi).
5. Il costo di trasferire da Fiumicino a Malpensa piloti, equipaggi, logistica, manutenzioni etc. ha dato ad Alitalia la mazzata decisiva.
Conclusione retrospettiva: i fatti mi hanno dato ragione. Conclusione in positivo: la Regione Lombardia, anche in vista dell'Expo, deve programmare le priorità del trasporto aereo e porre fine al cannibalismo fratricida. Roma e Lazio debbono programmare con Aeroporti e la nuova Alitalia l'urgente modernizzazione di Fiumicino: autostrada, collegamenti ferroviari, people mover, alberghi sono oggi gli stessi voluti e realizzati dalla mia Amministrazione 20 anni fa!!", conclude Rutelli.
 
<< Inizio < Prec. 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 Succ. > Fine >>

Pagina 3 di 97