Olimpiadi Roma 2020, «Si può vincere nell’interesse del Paese»
Interventi - Politici

«Candidatura sia ecologica e sostenibile a emissione zero»

«Questa è una partita Roma-resto del mondo. Come squadra-Roma abbiamo bisogno di alleanze per vincerla. Ma Roma si dichiara pronta a fare il proprio dovere e affrontare una sfida che si può vincere, nell'interesse della città e del Paese». Lo ha detto il leader dell'ApI Francesco Rutelli, parlando nell'Aula del Campidoglio, dov'è consigliere comunale, come primo firmatario della delibera bipartisan sulla candidatura di Roma alle Olimpiadi 2020. «Dobbiamo avere la capacità di convincere cuori e menti di coloro che voteranno per decidere la sede dei Giochi - ha sottolineato Rutelli -. Confido che tutti i membri del Cio siano in grado di formare una squadra compatta. Lo stesso devono fare il governo e il Parlamento, con un'indispensabile convergenza tra maggioranza e opposizione perché l'ambizione olimpica sia di lungo respiro», anche considerando che nel 2013, anno della scelta della sede delle Olimpiadi 2020, nel governo e a Roma la maggioranza potrebbe cambiare. 

Leggi tutto...
 
Crisi, «Inserire pareggio di bilancio in Costituzione»
Interventi - Politici

«Come Terzo Polo presenteremo in queste ore una proposta parlamentare, predisposta dal senatore Baldassarri, per chiedere il pareggio di bilancio entro la prossima legislatura che, a mio parere, dovremmo inserire nella Costituzione, così come avviene in Germania». Così il leader di Alleanza per l'Italia, Francesco Rutelli, intervenendo a Radio 24. «Una proposta molto più credibile sul fronte della stabilità dei conti e su quello del ritorno alla crescita. In questo momento l'Italia sconta una mancanza di fiducia da parte dei mercati per tre motivi», puntualizza il leader di ApI. «Primo, perché il governo si è indebolito molto sul piano politico; secondo, per la scarsa credibilità che questo esecutivo ha per i mercati; terzo - conclude Rutelli - perché questa manovra é fatta di aumenti di tasse, tagli di spesa, ma senza misure per la crescita che e' il problema numero uno del nostro paese».

 
Manovra, «Disponibili per rapida approvazione»
Interventi - Politici

«La Lega in questa tempesta mondiale ha annunciato il trasferimento di tre ministeri a Monza, proprio nel momento in cui il mondo si sta interpellando se l'Italia sarà stabile. La vera criticità con cui oggi ci misuriamo è l'implosione del sistema politico e quindi è giusto che le opposizioni, noi inclusi, ci riteniamo disponibili per una rapida approvazione di questa manovra economica e per dare certezza che i conti tornino». Lo ha detto il leader dell'Api Francesco Rutelli in occasione di una conferenza stampa che si è svolta questa mattina all'NH Hotel di Palermo. «Però se la manovra non contempla le misure necessarie per il ritorno alla crescita economica e se le condizioni politiche sono quelle della guerra “tutti contro tutti”, noi abbiamo il dovere - ha aggiunto Rutelli - di ricreare al centro una convergenza di forze che sono state nel centro-sinistra e anche nel centro-destra come moderati e riformisti, perché è questa l'unica possibilità per dare all'Italia un baricentro politico che ci consenta di uscire da questa situazione disastrosa».

 
Tratta immigrati: «Bene Polizia e Dna»
Interventi - Politici

«Voglio esprimere le più vive congratulazioni alla Polizia di Stato, al Servizio Centrale Operativo e alla Direzione Antimafia per il successo dell'operazione che ha permesso di smantellare una fitta ed organizzata rete criminale dedita al traffico di esseri umani». Lo dichiara Francesco Rutelli, leader di Alleanza per l'Italia. «Quella del coordinamento delle attività investigative e di intelligence è la strada più efficace per prevenire il fenomeno dell'immigrazione clandestina, di cui gli approdi in Italia sono solo l'ultima e più appariscente manifestazione. Come puntualmente documentato nella relazione al Parlamento sul fenomeno della tratta di esseri umani, approvata dal Copasir nell'aprile 2009 - sottolinea Rutelli - le reti transnazionali seguono rotte ben definite, dispongono di capacità molto evolute e godono spesso di complicità nei Paesi di origine e di transito dei migranti. Quella stessa relazione sottolinea come la rotta nordafricana sia solo una parte (in alcune fasi storiche nemmeno preponderante) di un fenomeno sempre più ampio. Nel caso dell'operazione di polizia odierna i migranti provenienti dall'Asia Centrale venivano condotti in Italia, attraverso Turchia e Grecia, per poi proseguire verso il Nord Europa».

Leggi tutto...
 
<< Inizio < Prec. 61 62 63 64 65 66 67 68 69 70 Succ. > Fine >>

Pagina 69 di 98