«Ragionevole governo di larga condivisione»
Interventi - Politici

Dopo i risultati dei ballottaggi «l'unico governo possibile sarebbe un governo di larga condivisione senza Berlusconi. Sarebbe la cosa più ragionevole da fare ma dubito ci siano le condizioni politiche per farlo da parte di Berlusconi». Lo ha detto nel corso della diretta elettorale del Tg3 Francesco Rutelli, leader di Api.

Per Rutelli alle amministrative «c'è stato un voto popolare contro la linea che ha preso il presidente del Consiglio, che non ha fatto una campagna per il buon governo delle città ma una campagna politica che è culminata in questa goffa uscita con il presidente Obama. Quindi i cittadini hanno scelto alcuni a favore, altri il meno peggio, la soluzione politica che gli sembra meno lontana». A giudizio del fondatore di Alleanza per l'Italia anche gli elettori del terzo polo hanno scelto, «in modo più vistoso a Napoli per De Magistris, meno a Milano per Pisapia». Non influenzati dalla “lontananza” di De Magistris dalla proposta politica centrista: «A Napoli è stato ammazzato un turista americano per uno scippo, c'è un desiderio diffuso di legalità»

 
Napoli, «Contiguità destra con settori non trasparenti»
Interventi - Politici

«A Napoli le contiguità che si registrano a destra con settori non trasparenti sono significative»: lo dichiara il leader di Alleanza per l’Italia, Francesco Rutelli, intervenendo a “Il Caffè” di SKY TG24. «La città rischia una stagione di nuovo laurismo da una parte, e di masaniellismo dall’altra», sottolinea Rutelli. «Con il Nuovo Polo abbiamo lanciato una sfida rispetto al disastro del bipolarismo italiano».  «Anche le ultime elezioni hanno dimostrato quanto questo bipolarismo sia dominato dalle posizioni più radicali», conclude il leader di ApI ai microfoni di SKY TG24. «I nostri elettori sceglieranno il più vicino o il meno lontano, voteranno e saranno decisivi».

 
Elezioni, Terzo polo: No ad apparentamenti a Milano e Napoli
Interventi - Politici
Il Terzo polo conferma che non farà alcun apparentamento con i candidati che sono arrivati al ballottaggio alle elezioni comunali di Napoli e di Milano. Lo annunciano in conferenza stampa i due candidati sindaco del terzo polo di Milano e Napoli, Manfredi Palmeri e Raimondo Pasquino. Incontrando i giornalisti assieme ai leader del Terzo polo, Gianfranco Fini, Pier Ferdinando Casini e Francesco Rutelli, sia Palmeri che Pasquino hanno spiegato che «non faremo alcun apparentamento né vogliamo ruoli di sottogoverno. Il nostro programma resta la nostra stella polare». Per Manfredi Palmeri, il candidato sindaco presentato dai centristi a Milano, il Terzo polo è disponibile ad un solo apparentamento, quello «con la città». «Noi non chiediamo nulla per noi - ha aggiunto - chiediamo tutto per Milano. Non facciamo apparentamenti con la Moratti o con Pisapia, facciamo un apparentamento con la città. L'area che stiamo costruendo può essere l'area che governerà Milano con i propri contenuti». Per Rutelli «chi ha voluto politicizzare le elezioni ha sbagliato, il ballottaggio sarà un'altra tappa della fuoriuscita da questo bipolarismo guerriero. A margine della conferenza stampa, poi, a chi gli chiedeva maggiori informazioni Rutelli ha riposto: «I nostri candidati sono stati chiari, sulla legalità, sui temi che interessano ai cittadini. Ora sceglieranno gli elettori».
 
Amministrative: «Berlusconi ha perso referendum su di sé»
Interventi - Politici
«Molto buono risultato Terzo Polo, saremo determinanti»

Francesco Rutelli, leader di ApI e cofondatore del Terzo Polo, sorride e, commentando i primi risultati elettorali, deduce che «queste sono amministrative e quindi ognuno dà i dati che preferisce. C'è stato solo uno che le ha volute trasformare in un referendum politico: è stato Silvio Berlusconi e, a giudicare dai dati, mi pare che stia perdendo». Rutelli, poi, in collegamento con lo speciale del Tg1 ha sottolineato il «buon risultato raggiunto dal Terzo Polo», che «sarà determinante in molte città». È per questo, ha detto ancora, che «da domani, quando saranno chiari i risultati definitivi» il Terzo Polo metterà «in atto la propria strategia», condivisa con Fini e Casini in una riunione oggi.
 
<< Inizio < Prec. 61 62 63 64 65 66 67 68 69 70 Succ. > Fine >>

Pagina 69 di 94